Novità

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

"L'EDUCAZIONE" di Tara Westover, Feltrinelli editore.

24/01/2019

 

Ricordiamo questo splendido libro del 2018, potente, educativo e scritto benissimo. Tara, la sorella Audrey e i fratelli Luke e Richard sono nati in una singolare famiglia mormona delle montagne dell’Idaho. Non sono stati registrati all’anagrafe, non sono mai andati a scuola, non sono mai stati visitati da un dottore. Sono cresciuti senza libri, senza sapere cosa succede nel mondo o cosa sia il passato. Fin da piccolissimi hanno aiutato i genitori nei loro lavori.... Il padre è un uomo dostoevskiano, carismatico quanto folle e incosciente, fino a diventare pericoloso. Il fratello maggiore Shawn è chiaramente disturbato e diventa violento con le sorelle. La madre cerca di difenderle, ma rimane fedele alle sue credenze e alla sottomissione femminile prescritta. Poi Tara fa una scoperta: l’educazione. La possibilità di emanciparsi, di vivere una vita diversa, di diventare una persona diversa. Una rivelazione. L’intensa e appassionante storia di come l’educazione abbia dato a una ragazza la possibilità di diventare una persona diversa. “Quanto di noi stessi dovremmo dare a coloro che amiamo? Quanto li dobbiamo tradire per crescere?”

"IL TALENTO DEL CUOCO" di Martin Suter, Sellerio editore

24/01/2019

 

Nelle cucine di un ristorante di lusso a Zurigo lavora Maravan, un giovane tamil che viene dallo Sri Lanka. Come molti suoi connazionali è fuggito dalla guerra per giungere in Europa, sperando nell’asilo politico e con la responsabilità di aiutare la famiglia rimasta in patria. Una storia in cui l’arte culinaria diviene appassionante come un romanzo giallo, solo più esotica e decisamente più erotica. Il sesso, il cibo e la giustizia, la crisi economica e l’identità individuale: Il talento del cuoco racconta i paradossi della società europea, dei cittadini di un mondo che diviene sempre più instabile e ingiusto. In cui il piacere - del corpo, della mente, del palato - è la merce più preziosa di tutte.

"GLI UOMINI CON IL TRIANGOLO ROSA" di Heinz Heger, Sonda editore

20/01/2019

 

Si avvicina il 27 gennaio giorno della memoria e gli omosessuali internati nei campi e uccisi furono tanti quasi 30.000 non hanno avuto memoria perche' il loro era un reato sancito da codice penale. Razza minore comunque come gli ebrei, i testimoni di Geova, i sinti e i rom, i prigionieri politici, ma criminali comuni per giunta. Questo libro ci aiuta a capire e i pregiudizi arrivano fino ai nostri giorni. E' il 1939 quando Heinz Heger viene arrestato a Vienna: ha inizio la sua discesa agli inferi, con la deportazione nei campi di concentramento di Sachsenhausen e di Flossenburg e l’infamia del triangolo rosa, il pezzo di stoffa che identificava le persone omosessuali. questa e' la testimonianza di come e' riuscito a sopravvivere, tra lavori forzati, torture, stratagemmi e alleanze col nemico. Una vicenda umana e storica violenta come un pugno nello stomaco, che non si dimentica. Heinz Heger e' lo pseudonimo dietro cui si celano due persone: il protagonista della vicenda narrata in questo libro, Josef Kohout (1917-1994), e il suo amico Hans Neumann, che ha materialmente scritto il testo, dopo aver raccolto ben quindici interviste fra il 1965 e il 1967, per poi rielaborarle e scrivere la biografi a che ricalca passo per passo la vicenda umana di Kohout. Il triangolo rosa di Joseph Kohout, l’unico di cui e' rimasta traccia, e' conservato presso lo United States Holocaust Memorial Museum di Washington.