Novità

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

"LA RAGAZZA CON LA LEICA" di Helena Janeczek, Guanda editore

10/10/2017

Il 1° agosto 1937 una sfilata piena di bandiere rosse attraversa Parigi. E' il corteo funebre per Gerda Taro, la prima fotografa caduta su un campo di battaglia. Proprio quel giorno avrebbe compiuto ventisette anni. Robert Capa, in prima fila, e' distrutto: erano stati felici insieme, lui le aveva insegnato a usare la Leica e poi erano partiti tutti e due per la Guerra di Spagna. «Cosi' era finita Gerda Taro, per non aver voluto abbandonare il fronte quando non c’era piu' nessuna speranza, ed era rimasta ferita a morte come tanti altri, in una strada polverosa; lascio' nelle sue foto testimonianza dell’enorme delitto che era stata la guerra. Aveva dedicato la sua splendida vita a un degno compito, a una giusta causa persa.» Questo libro racconta la vita di questa ragazza ribelle, l'amore con Robert Capa, l'avventura di fotografare e la gioia di vivere nella Parigi degli anni Trenta.

"LA FERROVIA SOTTERRANEA" di Colson Whitehead, SUR editore

9/10/2017

 

Premio Pulitzer 2017 meritatissimo. Nella Georgia della prima metà dell’Ottocento, la giovane schiava nera Cora decide di tentare la fuga dalla piantagione di cotone in cui vive in condizioni disumane, e insieme all’amico Caesar comincia un arduo viaggio verso il Nord e la libertà. Servendosi di una misteriosa ferrovia sotterranea, Cora fa tappa in vari stati del Sud dove la persecuzione dei neri prende forme diverse e altrettanto raccapriccianti. Con uno stile limpido l'autore ci porta a viaggiare, nasconderci e sperare che qualche cosa cambi. Razzismo e intolleranza tema attuale anche adesso.

PREMIO NOBEL LETTERATURA 2017

6/10/2017

 

Questo e' l'anno di Einaudi, Premio Strega, Premio Campiello e adesso tra i suoi autori il Nobel, applausi!!!!! Il 5 ottobre Kazuo Ishiguro vince il Premio Nobel per la Letteratura 2017. Lo scrittore e' stato premiato dall'Accademia con la seguente motivazione: «Kazuo Ishiguro, in romanzi di grande potenza emotiva, ha svelato l'abisso che si spalanca sotto l'illusorieta' del nostro legame col mondo». Per l'autore «e' una notizia meravigliosa e del tutto inaspettata. Mi arriva mentre il mondo attraversa una fase d'incertezza che investe i suoi valori, i suoi leader e la sua sicurezza. Vorrei tanto che questo onore, enorme per me, fosse d'incoraggiamento, seppure minimo, per le forze di pace e buona volonta' di questo tempo». I libri freschi di ristampa sono in arrivo e faremo festa anche per lui, "Quel che resta del giorno" tanto per ricordarvi un titolo, che e' stato anche un bellissimo film.