Novità

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52

TRE TITOLI DA RICORDARE PER QUESTO MOMENTO DI VACANZA

20/08/2017

"LA BAIA" di James A. Michener, e/o editore E' il 1608 quando Edmund Steed mette piede per la prima volta nel Nuovo Mondo. Cattolico, onesto, laborioso, dopo anni di durissimo lavoro diventera' il capostipite di una delle dinastie di imprenditori piu' in vista del Paese. Le sue strade si incroceranno con quelle dei Paxmore, famiglia di quaccheri simbolo della coscienza puritana d’America. E con la discendenza dei Turlock, uomini coraggiosi e pronti a tutto, emblema della voracita' dello spirito statunitense. Attraverso la storia secolare di queste tre famiglie, Michener affronta i grandi temi della storia americana, generazione dopo generazione. Dal coraggio dei primi coloni che si insediarono sulle coste del Maryland, allo scandalo del Watergate, passando per la dichiarazione d’indipendenza e la guerra di secessione. Una storia epica e appassionante che ci porta alla scoperta delle radici storiche e culturali degli Stati Uniti d’America. Un romanzo celebre e ambiziosissimo, un’opera fondamentale per conoscere e capire il Paese più potente del mondo. "IL TUO POSTO E' QUI" di Maggie O'Farrell, Guanda editore Mia moglie, devo dirvelo, e' pazza. Non nel senso che ha bisogno di cure mediche, ospedali e uomini in camice bianco – anche se a volte mi domando se ne abbia avuto bisogno in passato –, ma in un modo sottile, piu'` socialmente accettabile, meno ostentato. Non ragiona come gli altri. E ` convinta che puntare un fucile contro qualcuno che si aggira intorno alla nostra recinzione, con buona probabilita' in maniera del tutto innocente, non sia solo ammissibile, ma addirittura sia la cosa giusta da fare. Ecco com’e' la donna che ho sposato. In un romanzo pieno di emozioni, come la vita, Maggie O’Farrell racconta la lunga strada che bisogna percorrere a volte per essere fino in fondo se stessi. "DOLORE" di Zeruya Shalev, Feltrinelli editore Iris - quarantacinque anni, sposata, con due figli - pensa di aver lasciato dietro di se' i due grandi traumi della sua vita: l'abbandono da parte del primo amore, Eitan, che l'ha portata giovanissima a desiderare la morte e, anni dopo, l'attentato di cui e' stata vittima che l'ha portata tra la vita e la morte. Ma a distanza di dieci anni da quell'attentato, Iris non si aspetta il riaffiorare del dolore fisico, di quei ricordi terribili, ma soprattutto non si aspetta di rincontrare per caso Eitan. Se a questo si aggiungono il sospetto che il marito Michi abbia un'amante e la preoccupazione per la figlia, plagiata da un uomo molto più grande di lei, la vita di Iris sembra andare di nuovo in frantumi e la situazione diventa ingestibile.

"BORDERLIFE" di Dorit Rabinyan, Longanesi editore

18/08/2017

 

Un altro ricordo della stagione passata da riapprezzare in estate. E' autunno, a New York. Il secondo senza le Torri. Liat ha appena conosciuto Hilmi e gli cammina accanto nel pomeriggio che imbrunisce, mentre pensa: Non hai già abbastanza guai? Fermati, finché puoi! Ma fermarsi non puo', perche', nonostante le ferite, la magia della Grande Mela e' ancora intatta, e Hilmi ha gli occhi dolci e grandi, color cannella, riccioli neri e un sorriso infantile che spezza il cuore. Lei e' di Tel Aviv, fa la traduttrice e si trova negli USA grazie a una borsa di studio. Ha servito nell’esercito e ama la sua famiglia (Che cosa penserebbero, se lo sapessero?). Lui vive a Brooklyn e fa il pittore, e nei suoi quadri c’e' sempre un bimbo che dorme e sogna il mare, quel mare di cui da ragazzo poteva cogliere appena un lembo, da lassu', al nono piano di un palazzo di Ramallah. Che questo amore sia un’isola nel tempo, si dice lei. Un amore a cronometro, un amore a scadenza, la stessa indicata sul visto, la stessa impressa sul biglietto del volo di ritorno per Israele, verso la vita reale. Finche', mentre oscillano tra l’ebbrezza della liberta' e il senso di colpa, scoprendosi accomunati dalla nostalgia per quello stesso sole e quello stesso cielo, la vita reale non bussa davvero alla loro porta… Bandito dal ministero dell’Istruzione israeliano in quanto «minaccia all’identita' ebraica», Borderlife, una grande storia d’amore impossibile fra un’ebrea e un palestinese, ha unito i lettori di un Paese diviso, guidandoli verso quei territori dell’anima che nessuno potra' mai occupare.

"IL PROFUMO DEL CIOCCOLATO" di Ewald Arenz, Feltrinelli editore

18/08/2017

 

vi ripropongo questo titolo come lettura estiva... Vienna, fine OTTOCENTO. Un ex tenente con il talento di creare cioccolatini unici. Una donna dal passato oscuro. Una storia d’amore sensuale e tempestosa. E l’ombra di un delitto. Una ghiottoneria che non ingrassa!!!!!!