Giovani Lettori

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48

Nasce HotSpot, nuovo marchio crossover di Editrice Il Castoro, in libreria i primi due titoli: ONORA IL PADRE e SOLO PER SEMPRE TUA

14/05/2016

"Onora il padre" di Eliza Wass, potente esordio di una giovane autrice americana che vive a Londra. Si tratta di una storia familiare di sei fratelli costretti all’ubbidienza dal fanatismo religioso del padre-padrone. E' una storia di sottomissione e di ribellione, di privazione e di liberta', di terrore e di voglia di vivere. Un atto d’accusa contro l'integralismo religioso che diventa pericolo e sottomissione dei piu' deboli. L’autrice ne esplora i confini, raccontando gli effetti che puo' avere sull’essere umano, cosi' facilmente manipolabile e corruttibile, se indottrinato sin dalla tenera eta'. "Solo per sempre tua", esordio straordinario dell’autrice irlandese Louise O’Neill che ha fatto incetta di importanti premi e riconoscimenti, tra cui: Bookseller Young Adult Prize; Irish Book Awards Migliore Novita' dell’anno; tra i migliori libri per donne secondo BuzzFeed. Al centro della storia, una societa' distopica dove le donne sono create e allevate con il solo scopo di piacere agli uomini.E' un libro che ha provocato un dibattito molto acceso sul ruolo della donna, sull’ossessione del corpo e della bellezza come unico ideale di perfezione e sopravvivenza. Un romanzo celebrato da critica e pubblico come manifesto neofemminista. I diritti cinematografici sono già stati venduti a Killer Contents, produttori di Carol e Still Alice. Il Guardian ha indicato in Louise O’Neill "la migliore scrittrice crossover vivente”.

"SOLO FLORA" di Stefania Bertola, Feltrinelli editore

30/04/2016

letto tutto d'un fiato questo libro per giovani lettori che piace anche ai grandi, un po' di svago e di magia, nella vita impegnativa di adolescenti. A quindici anni, se si deve scegliere fra trascorrere un anno a Brisbane, Australia, o in uno sperduto paesino nella provincia piemontese, non si hanno dubbi: paesino. Purche' sia vicino alla citta' in cui vive il tuo ragazzo. E cosi' Flora lascia partire senza rimpianti la madre, oceanologa in trasferta di lavoro australiana, e va a stare a casa di una zia... che, pero', non e' una zia normale. Non e' normale la zia, e neanche lo zio, i cugini, i vicini di casa, la scuola, i compagni di scuola. Perche' San Mirtillo e' uno dei ventisette comuni DP presenti sul territorio italiano, e i comuni DP sono quelli in cui vivono i DP, i Different People, nome inglese per creature magiche italiane. Ma Flora non e' magica per niente, e' solo Flora. E fin dal primo istante si sentira' DIVERSA, scritto proprio cosi', tutto a lettere maiuscole. E' l’unica ragazza di tutta la scuola che non può cambiarsi colore di capelli schioccando le dita. Tanto per dire. E' durissima, la vita di una Normal in un mondo di Different, e Flora dovra' fare ricorso a tutta la sua meravigliosa normalita' per non soccombere. Come se non bastasse, anche nell’amore si trova a dover scegliere fra il suo ragazzo da sempre (e, pensava lei, per sempre) e uno stregone di diciassette anni, snob, arrogante e irresistibile. E tutto questo sarebbe ancora niente, se non ci fosse Alibella, la compagna di classe che nessuna vorrebbe mai avere: una fata perfida come Maleficent e bella come Angelina Jolie... Ma perche' rovinarvi la sorpresa? Flora ha un fiocco di neve tatuato sul polso e non si arrende mai.

Annalisa Strada e' oggi a Porto Sant'Elpidio per incontrare i ragazzi e ieri e' uscito il suo ultimo libro, molto ben scritto come sempre, utile strumento per tutti per ricordare, vivere e capire. "IO EMANUELA - AGENTE DELLA SCORTA DI PAOLO BORSELLINO" Einaudi Ragazzi editore

14/04/2016

Il 1992 fu un anno di grandi cambiamenti per l’Italia e venne segnato in particolare da due clamorosi attentati di mafia avvenuti a Palermo: il 23 maggio, a Capaci, moriva il giudice Giovanni Falcone e cinquantasette giorni più tardi, il 19 luglio, il suo collega Paolo Borsellino perdeva la vita in via D’Amelio. Falcone e Borsellino furono e sono due uomini simbolo della legalita', ma non morirono solo loro: entrambi gli attentati provocarono la morte degli agenti di scorta e il ferimento di cittadini. Gli agenti furono e restano vittime meno famose. Avevano vite normali, tranquille, votate a un servizio di primaria importanza. Per abitudine si dice «uomini della scorta» ma nel caso di Borsellino, l’uomo considerato un bersaglio vivente, certo sarebbe piu' giusto parlare di «uomini e donne della scorta». In via D’Amelio, infatti, venne dilaniata anche Emanuela Loi, che si aggiudico' il triste primato di «prima donna agente di polizia morta in servizio». Aveva 24 anni, un fidanzato, una famiglia unitissima e una volonta' di ferro. Era entrata in polizia spinta dalla sua determinazione. Una carica di esplosivo ha fermato il suo sogno. Questa e' la storia degli ultimi mesi della sua vita. Emanuela Loi ha ricevuto la medaglia d’oro al valore civile. Un romanzo appassionato, nato da una dettagliata ricerca di fonti per raccontare ai piu' giovani una pagina intensa e drammatica della nostra storia.